martedì 7 luglio 2015

Recensione: "Destinazione Balder"

Destinazione Balder | Massimo de Faveri
Titolo: Destinazione Balder
Autore: Massimo de Faveri
Editore: Plesio Editore
Pagine: 340
Prezzo: 14,50 € cartaceo / 2,49 € ebook

Prossimo futuro, anno 2104. La Terra è animata dal fervore tecnologico e scientifico susseguente al contatto con una seconda razza umana, non terrestre: è lo scenario nel quale si dipana l'indagine di un detective privato metropolitano, ingaggiato dall'Interpol per investigare sui traffici di un noto magnate della finanza.
Risvolti imprevisti porteranno questa missione a intrecciarsi con le tappe di una spedizione scientifica dell'ONU, incaricata di completare il "rapporto di colonizzabilità" del pianeta Balder. Snodandosi tra i parchi di Montreal, i mercati indonesiani di Surabaya, i vicoli di Washington, le giungle di Balder e le paludi del gemello Hod... rimbalzando dagli scenari rudi e claustrofobici delle astronavi mercantili a quelli raffinati o asettici dei vascelli scientifici dell'ONU, l'inchiesta approderà a una verità insospettabile, sollevando il velo dal più grande intrigo militare del dopo-contatto.



RECENSIONE



Il genere fantascientifico non sembra essere molto diffuso in Italia, basta farsi un giro nelle librerie o negli store online per rendersene conto, è un genere che si potrebbe definire ormai di nicchia, per pochi irriducibili appassionati. Alcune case editrici, tuttavia, stanno ricominciando a proporre romanzi di fantascienza, e tra queste troviamo Plesio Editore che nel 2012 ha pubblicato Destinazione Balder di Massimo De Faveri.
Si tratta di un romanzo pensato per i ragazzi ma che è assolutamente adatto anche per un pubblico adulto che desideri leggere una bella avventura di fantascienza classica. Destinazione Balder è ambientato nel 2104, in un futuro nel quale le esplorazioni spaziali hanno portato i terrestri ad entrare in contatto con altre civiltà aliene, tra le quali una tecnologicamente e scientificamente più avanzata, la razza sirio, proveniente da un sistema simile a quello solare ma con Sirio come corrispettivo del nostro Sole, a creare colonie extraterrestri come "la città tra le stelle" Sphere, e a intrattenere rapporti commerciali al di fuori del pianeta Terra. In questo scenario si muove il detective privato Lajos Russell che viene ingaggiato dal colonnello Haxington di Arca Sigma per indagare su alcuni traffici poco chiari che vedono coinvolto un noto magnate, John Sherman; perchè Russell possa agire indisturbato e portare a termine la sua indagine, viene imbarcato sotto copertura sulla nave spaziale Telemachus che sta per salpare alla volta del lontano pianeta Balder con un'équipe di scienziati, in missione per conto dell'ONU, che dovranno studiare le possibilità di colonizzazione del pianeta. Contemporaneamente l'amico e compagno d'avventure di Russell, il capitano dell'Interpol Lukar Markus, si imbarca sotto falso nome su una nave mercantile, la Trader, per scoprire cosa si nasconda davvero sotto la facciata apparentemente irreprensibile dei commerci interstellari di John Sherman. Per entrambi, tra tentativi di sabotaggio, imboscate e atterraggi di fortuna su pianeti poco ospitali, la missione si rivelerà più pericolosa del previsto e farà emergere una verità insospettabile...
Un romanzo di fantascienza che diventa detective story o forse una detective story ad ambientazione fantascientifica, come vogliate vederlo, Destinazione Balder si rivela un ottimo libro, capace di intrigare il lettore e catturarlo tra le sue pagine grazie alla trama che, pur appartenendo al filone della fantascienza tradizionale, riesce ad essere originale e mai scontata, alle ambientazioni, divise tra città futuristiche, misteriosi pianeti e vascelli spaziali, che sono ricche di grande fascino e alla scrittura brillante e coinvolgente.
Il romanzo parte con un prologo e un capitolo che si potrebbe definire introduttivo nel quale facciamo la conoscenza dei due protagonisti principali, Russell e Markus, alle prese con una delle loro indagini, e che introduce il lettore al mondo futuristico creato da Massimo de Faveri, per poi lasciare spazio alla trama vera e propria. La trama del romanzo è complessa, composta di più fili che, in un primo tempo sembrano essere slegati tra di loro, ma che si ricongiungono poi in un'unica soluzione.
È un romanzo che scorre a un ritmo piuttosto sostenuto e tutto si svolge davvero con rapidità, forse in certe situazioni fin troppo velocemente e non si può certo dire di annoiarsi leggendo Destinazione Balder perché tra colpi di scena, intrighi e combattimenti, l'azione e la suspense che deriva dalla componente investigativa non mancano e tengono sempre con il fiato sospeso.
Una delle caratteristiche più apprezzabili è la capacità dell'autore nell'essere riuscito a delineare in modo particolareggiato e credibile un background fantascientifico-tecnologico che, seppure come ammette lo stesso autore nella prefazione, è frutto di pura fantasia e sovverte, per così dire, le regole della fisica, riesce ad essere coerente e plausibile, oltre che estremamente interessante e affascinante.
Così come sono interessanti i personaggi, sia principali che secondari; certamente Russell e Markus sono quelli che hanno un maggiore sviluppo e una caratterizzazione più approfondita, ma anche alcuni personaggi secondari come lo scienziato Ian Keller, o la figlia adottiva Ayleen che tra le altre cose ha anche uno speciale potere, caratteristica che fa sì che nel romanzo si inserisca anche l'elemento paranormale, o il mezzosangue sirio David Rillian, seppur tratteggiati in modo meno approfondito, riescono comunque ad avere il giusto spazio all'interno della trama e a suscitare la curiosità del lettore. 
Il finale non è propriamente aperto ma lascia uno spiraglio per un ipotetico seguito, magari un romanzo che approfondisca alcuni aspetti accennati ma lasciati in sospeso in Destinazione Balder, o con protagonisti proprio quei personaggi come Ayleen o David Rillian dei quali l'autore ha fornito poche ma interessanti informazioni che, come ho detto prima, incuriosiscono e portano a volerne sapere di più.
In conclusione, Destinazione Balder è un romanzo avvincente, ricco di azione e avventure ai confini dello spazio che non può mancare nelle librerie degli appassionati di fantascienza classica.



Il mio voto:




2 commenti:

  1. Non amo questo genere letterario ma il tuo voto mi fa pensare che potrei farci un pensierino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh se non sei proprio appassionata di fantascienza allora forse non è proprio un libro che fa per te, però se ti venisse voglia di provare a leggere qualcosa di questo genere magari Destinazione Balder potrebbe essere un buon inizio ;)

      Elimina

Ti è piaciuto questo post? Allora, se ti va, lascia un commento!
Oppure condividilo su FB, Twitter o Google+!